Morita Haruyo

Haruyo Morita, pittrice ma non solo, è un’ispirata artista giapponese nata nel 1945 nel distretto di Kita-Katsushika, a Saitama, nell’omonima Prefettura.

Ha lavorato come pittrice di kimono fino al 1972. Nelle sue opere ama rappresentare principalmente donne affascinanti vestite con bellissimi kimono sullo sfondo di ambienti floreali e ricchissimi di colori.

Fin da giovanissima il suo talento artistico era evidente tanto che, ancora studentessa nel 1960, un suo lavoro fu subito accettato per un concorso artistico regionale.

Ha successivamente vinto vari premi alle mostre d’arte della Prefettura di Saitama.

Dopo il dovuto periodo di apprendistato ha iniziato la sua carriera quale pittrice e designer di kimono, lavorando principalmente in questo campo fino al 1972.

Si dedica in seguito ad uno stile di pittura personale che è da ricondursi, per quanto concerne la parte ritrattistica, al bijin-ga, ovvero il “dipingere” beltà femminili.

Il suo lavoro può essere meglio descritto come una rappresentazione contemporanea del tradizionale ukiyo-e, che copre i periodi Heian, Edo e il periodo Meiji.

In gioventù ha avuto come guida il Maestro Husuki che la introdusse alle narrazioni classiche e alle composizioni pittoriche che hanno reso le immagini giapponesi così popolari sia in Giappone che in Occidente.

Filtri

Visualizzazione di 2 risultati

Visualizzazione di 2 risultati