Pomodoro Giò

Giorgio Pomodoro, , in arte Giò Pomodoro, era fratello del famoso scultore Arnaldo, tra i maggiori del Novecento.

Si ritagliò con la sua produzione un ruolo di primo piano tra gli astrattisti del secolo scorso.

Nato ad Orciano di Pesaro, nelle Marche il 17 novembre 1930, e morto a Milano nel dicembre 2002, apprese l’arte orafa a Pesaro e dal 1955 cominciò ad esporre presso note gallerie di Milano, Venezia e Roma. Avvicinatosi al gruppo Continuità, se ne distaccò approdando al “ciclo della materia, del vuoto e della geometria”, in cui optava per uno sviluppo plastico della materia.

Invitato ad esporre tre volte alla Biennale di Venezia, una alla galleria internazionale di Parigi e una alle gallerie Marlborough e Martha Jackson di New York, nel 1978 curò le scenografie de “La forza del destino” di Verdi, in cartellone all’Arena di Verona.

Filtri

Visualizzazione del risultato

Visualizzazione del risultato