La Stampa Calcografica

La stampa calcografica è il naturale compimento e momento finale di tutto il processo dell’incisione.

Soltanto la stampa permette l’esatta visualizzazione e la verifica del lavoro eseguito. 

Bisogna attendere la mediazione del torchio per sciogliere l’ultima incognita che lega l’incisore; ed è il foglio, che reca impressa l’immagine, la meta e lo scopo di un’attesa lunga quanto l’intero lavoro.

L’operazione della stampa è perciò assai delicata e va eseguita con cura particolare dallo stesso incisore o da uno stampatore serio e attento.

 Trattandosi di incisione in cavo, l’inchiostro viene distribuito uniformemente sulla matrice ed è fatto penetrare nei segni scavati,

 fino a riempirli servendosi di un tamponcino.

 Inchiostrata la lastra, l’eccesso di inchiostro viene tolto prima con una spatola

e poi con veli di tarlana appallottolata fino ad arrivare alla pulitura definitiva strofinando la superficie con il palmo della mano

 La lastra è pronta per la stampa; viene posta sul piano del torchio, con la superficie incisa rivolta verso l’alto. 

 Su di essa verrà poi appoggiato il foglio di carta inumidito in precedenza. 

La carta per l’incisione in cavo è speciale: con poca colla e nessuna fibra di legno. Simile alla carta assorbente. 

Sulla carta viene quindi appoggiato un feltro che ammorbidisce la pressione e raccoglie l’acqua che viene spremuta dal foglio sotto la pressione stessa.

Tutto viene fatto scorrere lentamente, mediante la  “stella” del torchio, sotto il cilindro pressore

L’inchiostro nei segni incisi sulla matrice verrà così tratto a forza dalla carta, compressa sulla matrice stessa dall’azione del torchio a cilindri.

Se la stampa, all’uscita, sarà corrispondente alle aspettative dell’autore, potrà essere sollevata delicatamente e posta ad asciugare tra cartoni vegetale pesanti e ben pressati.

L’inchiostratura della lastra verrà ripetuta per ogni foglio.

Nella stampa calcografica la carta viene fatta aderire alla lastra mediante la pressione di un rullo che, combinata al movimento di un altro rullo posto sotto il piano di stampa, produce uno spostamento del piano stesso.